Da interiori sensazioni

Il percorso pittorico di Cristina Giargia si snoda attraverso una interiore ricerca di immagini, di riferimenti culturali, di sottili inquietudini che emergono da una personale visione e interpretazione della realtà.

Formatasi all’Accademia Albertina, Giargia ha elaborato in anni recenti un discorso in cui la figura femminile ha assunto una decisiva evidenza, un determinante valore formale, un’emblematica dimensione fra l’intrigante gioco degli sguardie il suadente incantamento dei nudi colti nel momento di massima intensità espressiva.

Grandi capelli, particolari decorativi che, a tratti, ricordano Klimt, abiti velati, rivelano una particolare volontà di trasmettere il senso di una rappresentazione che travalica il semplicistico dato figurale per consegnare alla sequenza del tempo la strenua energia del colore, sostenuto dalla fluida incisività della linea.

E dalla linea scaturiscono dipinti come “La Concorrenza” e “La Sorte”, “Contatto” e “Leggerezza”.

Angelo Mistrangelo

firma